Arrivederci Spilimbergo!

Ogni volta che mi sento ostacolata nella vita, so che ho bisogno di cambiare qualcosa. Qualche tempo fa, era successo sempre più spesso a Spilimbergo, durante la mia formazione di Maestra Mosaicista, e dopo tanto tempo ho preso la decisione di terminare la mia formazione di mosaico alla Scuola Mosaicisti del Friuli.

So che la maggior parte di voi ora non ci crede.
‘Ma perché?! Eri già al terzo anno!’

Certo, il terzo e ultimo anno doveva essere il più interessante e sin dall’inizio nel 2013 non vedevo l’ora di arrivarci. Tuttavia: Per me è stato il momento giusto per lasciare Spilimbergo. Nonostante mi aspettava un entusiasmante programma con texture e la sperimentazione con nuovo materiale, c’erano anche tante ore nel curriculum che non mi servivano a niente.

Ero andata in Italia perché volevo imparare il mestiere e, infine, fare qualcosa per me dopo un curriculum perfetto senza mezz’anno di pausa. Volevo un’apprendimento mosaico da zero, non era il diploma che mi attirava. Ora non voglio dire che ho finito di imparare, perché nella vita mai si finisce ad imparare. Ma il ritmo della scuola e la mia volontà di andare avanti più velocemente non andavano bene insieme.

Eppure, per tutti gli input e le preziose conoscenze che ho ricevuto da insegnanti e studenti nel corso degli ultimi 26 mesi, sono molto grata. Per l’apprendimento su andamenti, miscele di cemento, per la meravigliosa scelta di materiale a scuola, per tutte le forme pazzesche che ho disegnato a geometria applicata, per ogni passata nell’umidità bestiale a terrazzo, per ogni ciliegia che ho preso a scuola, per ogni lezione di storia e ogni esercizio sulla teoria del colore a disegno.

In nessuna parte del mondo è offerta una formazione di mosaico come nel piccolo villaggio in Friuli. A volte (no, bugia: molto spesso) mi sarebbe piaciuto spostare la scuola a Milano o Roma. Ma allora non sarebbe così com’è: un’istituzione con una lunga tradizione e legami importanti con la regione. La mia formazione alla scuola sarà finita, ma i contatti fatti grazie a lei tenerò con gioia e faro il mio meglio per trapassare questo che ho imparato.

Maestri e allievi, mi mancherete tanto! Ma sono sicura che ci vedremo presto. Forse già al congresso dell’organizzazione di mosaico internazionale AIMC a maggio che quest’anno sarà tenuto a Spilimbergo.

E adesso?

In questi due anni, ho capito un sacco di cose. Per esempio, che voglio essere creativa facendo mosaico, ma che voglio anche lavorare nel settore non profit o di istruzione.

La serie di articoli sulla mia educazione a Spilimbergo ora, naturalmente, é finita. Ma continuerò a fare mosaico e anche a scrivere sull’argomento in questo blog. Magari in forma leggermente modificata, ma ancora abbastanza in modo mused. Vedrete fra poco!

Tags from the story
Written By
More from miriam

Luca Barberini

Con poche tessere l'artista ravennate crea le sue famose "folle".
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *