Commissione per Babylon Mosaic: Tavolo con smalti e grès

Bellissimo per una come me che ha appena finito il primo anno di Spilimbergo: partecipare in una vera commissione. Più bello ancora: realizzare questo progetto commissionato tutto da sola. Durante la mia estate  da Emilie e Babylon Mosaic avrò anche questa occasione. Il primo progetto è un tavolo con un design molto grafico in sfumature rosse e gialle.

Lavoro indiretto per una superficie piana

14o x 75 cm misurerà il tavolo quando sarà pronto. Per compensare le differenze di altezza nel mix di 6 colori di smalti e grès lavoro in tecnica indiretta. Ho progettato l’immagine speculare su una base temporanea di carta e diviso il disegno in sezioni facilmente maneggiabili. Vi spiegherò nel prossimo tutorial i diversi passi di questa tecnica. Con la colla di farina incollo le tessere sul supporto temporaneo. Dopo che le parti saranno solide la carta verrà rimossa e la superficie stuccata.

E via! Le grand puzzle

Ma prima mi toccava prepare il materiale. I circa 14 kg di tessere di forma irregolare sono incastrati più o meno spontaneamente uno con l’altro, o come i turisti che vengono ogni giorno all’atelier di Emilie dicono mentre guardano il lavoro avanzare. “Ah, vous faites un grand puzzle!” (Pronuncia molto carina: Pözzl).
In alcuni punti devo ritagliare le tessere appositamente. Ma a differenza della tecnologia Giandomenico Facchina, di cui ho già riportato nella sezione Spilimbergo 24/7 una certa fuga va bene ed è anche voluta.

Siete curiosi di vedere il tavolo con tutte le parti girate ed applicate sulla superficie? Anch’io. Seguiranno le foto del risultato!

PS: Il piccolo gatto sull’ultima foto è Ceppo, la mascotte del laboratorio. Tutti i bambini che sono in qualche modo parenti della gente della cittadella e trascorrono le loro vacanze qui vogliono essere suo babysitter. Très drôle!

Written By
More from miriam

Omaggio a “La casa sulla collina” di Sergio Altieri

Appena incorniciato, l'ho finalmente consegnato questa settimana: Il mio contributo per Musiva,...
Read More

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *